Home

Giorgio Faletti

Il titolo della rassegna di Passepartout 2013 è “I have a dream”, ricordando il celebre discorso di Martin Luther King. Perchè questa scelta e qual è il significato che porta con sé?
Quest’anno ricorre l’anniversario proprio del famoso discorso che Martin Luther King tenne a Washington e, in questo momento di crisi evidente, ci sembrava piacevole ed educativo parlare di sogni. Non fantasticherie o illusioni, ma idee. Idee che qualcuno è riuscito o riuscirà a trasformare in fatti. Avremo molti relatori che porteranno con sé i loro sogni come, ad esempio, Oscar Farinetti per quanto riguarda la gastronomia, Angelo Branduardi per la musica, Carlo Freccero in merito alla televisione. Cito in particolar modo Piergiorgio Odifreddi che parlerà del sogno pitagorico, ovvero la matematica che, da materia arida, diventa argomento onirico.

Qual è il motivo per cui avete scelto proprio questi ospiti all’interno della rassegna?
Il criterio di scelta è stato per eccellenze, cercando di settorializzare i relatori, in modo che tutto l’arco del relazionabile umano fosse, in qualche modo, compreso. “Passepartout” ha una formula che, nel corso degli anni, ha funzionato: questo il motivo che mi ha spinto, in qualità di presidente della Biblioteca, a mantenerla. Ma soprattutto mantenere le persone che avevano creato questa kermesse, quali innanzitutto il professor Alberto Sinigaglia che ne è il direttore scientifico. Io mi sono limitato a fornire una mia piccola e modesta consulenza.

Come pensa che il pubblico risponderà di fronte a questo tema e a questi ospiti?
Credo, proprio in qualità di scrittore, che gli spettatori che assistono a questo genere di incontri siano molto attenti, accorti ed affamati. Penso che il successo delle edizioni precedenti ci autorizzi a pensare che anche quest’anno, visti gli argomenti che verranno trattati e l’importanza dei relatori presenti, porti con sé la medesima affluenza di persone e il medesimo entusiasmo da parte loro. E poi non è una manifestazione rivolta solo agli adulti. Anzi, guarda anche ai giovani attraverso diverse iniziative collaterali. Quello che noi vogliamo è che tutte le fasce della popolazione siano raggiunte e toccate da questo tema. Sicuramente quello del sogno è da sempre un argomento molto forte. Anch’io, dal mio punto di vista, sono curioso di vedere quali saranno gli argomenti che veranno affrontati. Infatti, non ho intenzione di perdermi nemmeno una puntata perchè sono sicuro che tutti gli invitati avranno modo di interessare tutti i presenti!

E in merito al progetto rivolto ai giovani? In Biblioteca saranno disponibili cartoline sulle quali loro potranno esprimere il proprio sogno..
L’idea è quella di scegliere le migliori e proiettarle durante il Festival. E’ un’iniziativa che, al momento, sta andando molto bene. In quanto Biblioteca, noi abbiamo il piacere e il dovere di intervenire all’interno di tutte le fasce di età. Ci sono state premiazioni che hanno coinvolto dai bambini piccoli agli studenti delle superiori. La Biblioteca è soprattutto un luogo di accoglienza. Per questo motivo, cambieremo presto la sede che diventerà più ampia e più moderna.

Giorgio Faletti in qualità di presidente della Biblioteca, Alberto Sinigaglia come presidente scientifico di Passepartout, il nuovo sindaco Alberto Brignolo e all’assessore alla Cultura il critico Massimo Cotto: quattro personaggi di un certo spessore uniti insieme. Come si sta consolidando questo sodalizio?
Essendo nuovi nel nostro incarico, ad eccezione del professor Sinigaglia, stiamo amalgamandoci e stiamo buttando in pentola delle proposte: qualcuna uscirà scotta, qualche altra brucia, ma noi speriamo che che la maggior parte di questi progetti venga fuori cotta a puntino! La mia carica è assolutamente a titolo gratuito e lo faccio molto volentieri per la cultura in generale ma soprattutto per la cultura della mia città. Una cultura che dovrebbe risultare, perciò, piacevole per chi la respira ma anche per chi la porta…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...